Sei qui: : > > FIN CH’IO VIVA. OPERA POP
Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

A cura del Liceo “Isabella d’Este”
Regia di Federica Restani

Anteprima

Sabato 5 maggio, dalle 16 alle 18
Lungorio
Evento gratuito

Un musical ispirato alla figura di una grande donna, intelligente, sensibile e carismatica: Isabella d’Este. “Fin ch’io viva” è l’opera pop portata in scena dagli studenti del Liceo “Isabella d’Este” di Mantova guidati, per la parte di canto dell’indirizzo musicale, da Gabriele Barlera che ha composto le musiche e ideato l’opera, mentre l’orchestra è diretta da Daniele Braghini, ai quali si aggiungono i danzatori delle classi dell’indirizzo coreutico dirette da Marta Cicu, Gianluca Possidente, Sara Ferro e Alessia Palombino.

In attesa della prima assoluta (il 24 maggio al Teatro Ariston) a Mantova Lovers vedremo una serie di pillole dallo spettacolo, in anteprima.

La storia appassionante di una figura femminile eccezionale del Rinascimento italiano, trasformata in musical in pieno stile Broadway.

Isabella d’Este, figlia della nobile Eleonora d’Aragona e di Ercole d’Este, viene promessa in sposa al conte di Mantova, Francesco II Gonzaga, mentre la sorella minore, Beatrice, dovrà sposare il duca di Milano, Ludovico il Moro. Questo matrimonio accende subito l’invidia e la gelosia tra le due sorelle che diventeranno le signore di due delle corti tra le più prestigiose del Nord Italia. Quando Isabella, in visita al ducato dove regna Beatrice, nota un dipinto fatto da Leonardo da Vinci (allora a servizio della corte milanese) a Cecilia Galerani, amante del duca, cercherà di avere uno simile dal duca Ludovico ammaliato dalla sua bellezza. Ma Beatrice, gelosa delle attenzioni che il marito dedica alla sorella, si oppone e con l’astuzia riesce ad impedire la realizzazione del dipinto. Ma la storia talvolta è più forte degli uomini: il ducato di Milano viene stretto d’assedio dal re di Francia.

Chi era in auge ora è fuggitivo. Sembra che la storia stia per stringere la mano su Mantova. Prima che sia tardi, riuscirà Isabella ad ottenere quel tanto agognato ritratto che la farà vivere in eterno?